Eroe della Settimana: Muradin

"Non è la mia battaglia? Non so chi ti credi di essere, ma ho un conto aperto con Arthas e non ti metterai sulla mia strada!"

- Muradin, Re della Montagna

Un tempo mentore del principe Arthas, Muradin non riuscì a impedirgli di diventare il Re dei Lich. Muradin proviene dall'universo di Warcraft, e ha viaggiato ovunque su Azeroth. In Heroes of the Storm, ricopre il ruolo di un resistente guerriero che si lancia nel cuore della battaglia, sbaragliando i nemici e proteggendo i suoi compagni di squadra. Questo impavido guerriero combatterà accanto a voi fino all'ultimo respiro: Muradin è il Barbabronzea che tutti vorrebbero al proprio fianco nelle battaglie all'interno del Nexus!

Background

Durante la Seconda Guerra, Muradin fu ufficiale di collegamento tra Lordaeron e il Khaz Modan, avvicinandosi con il tempo alla Famiglia Reale. Una volta raggiunta l'età giusta, Muradin prese Arthas sotto la sua protezione, insegnando al giovane principe tutto ciò che sapeva sull'arte del combattimento, e i due divennero buoni amici.

Arthas iniziò a sprofondare nella follia durante la ricerca di Gelidanima, la spada maledetta, mentre Muradin cercava di convincerlo ad ascoltare i suoi consigli come sempre aveva fatto. Ma Arthas non volle ascoltarlo e Muradin divenne la prima vittima di Gelidanima per mano dello stesso principe. Dopo essersi ripreso dall'amnesia che lo aveva colpito, ora rappresenta il clan Barbabronzea nel Concilio dei Tre Martelli, dopo la "diamantizzazione" di suo fratello, Re Magni.

Per un ulteriore approfondimento sulla decisa personalità e le abilità di questo nano, potete leggere la nuovissima pagina dell'eroe Muradin!

  • Muradin è in grado di resistere a colpi pesanti, quindi non abbiate paura di ammaccarlo troppo. "Lancio del Nano" [E] infligge danni quando Muradin atterra. Usate pure quest'abilità per ingaggiare il nemico.
  • "Falciatore" [R] è in grado di respingere gli avversari lontano dai vostri compagni di squadra meno resistenti, come Valla o Tyrande. Usate Falciatore per dar loro più tempo quando devono raccogliere i tributi.
  • Il tratto distintivo di Muradin, "Nuovo Vigore", è utile nei lunghi combattimenti intorno ai santuari della Contea del Drago. Infliggete danno, allontanatevi, attivate Nuovo Vigore e tornate a infliggere colpi letali!

"Questo è il mio martello. Ce ne sono tanti come lui, ma questo è il mio."

Muradin non sarà molto alto, ma il suo modello iniziale in Heroes of the Storm è pronto a sostenere qualunque insidia nel Nexus!

Il nuovo modello alternativo di Muradin celebra l'orgoglio dei Barbabronzea.

  • Muradin Magni - Fu faticoso per Magni soffocare l'orgoglio e accettare Moira come membro del Concilio dei Tre Martelli, ma sapeva che il suo defunto fratello Muradin avrebbe voluto la pace per Forgiardente.

"Nessuno può lanciare un nano!"

- Muradin, Re della montagna

Benché non provengano da Azeroth, i primi personaggi simili ai nani ad apparire in un gioco Blizzard furono Erik the Swift, Baleog the Fierce e Olaf the Stout, in Lost Vikings (1992)!

I possenti nani sono a lungo stati un punto di riferimento nella storia di Azeroth, e la loro prima apparizione ufficiale nell'universo di Warcraft avvenne con Warcraft II: Tides of Darkness. I fratelli Barbabronzea giunsero invece con Warcraft III: Reign of Chaos (2002).

Durante gli eventi di Warcraft II: Tide of Darkness e della Seconda Guerra, Re Terenas Menethil II riuscì a garantirsi l'aiuto di diversi regni umani, come pure dei nani Barbabronzea di Forgiardente, dei Granmartello del Picco dell'Aquila, degli gnomi di Gnomeregan e degli alti elfi di Quel'Thalas. Insieme, i leader dei sette regni umani e i rappresentanti di Khaz Modan e di Quel'Thalas formarono l'Alleanza di Lordaeron.

Durante la Seconda Guerra, Muradin fu ufficiale di collegamento tra Lordaeron e Khaz Modan, avvicinandosi con il tempo alla Famiglia Reale. Una volta raggiunta l'età giusta, Muradin prese Arthas sotto la sua protezione, insegnando al giovane principe tutto ciò che sapeva sull'arte del combattimento, e i due divennero buoni amici. Disgraziatamente, Arthas subì la corruzione di Gelidanima, diventando così il Re dei Lich.

Arthas era accecato dalla vendetta e, benché sapesse l'enorme prezzo che avrebbe dovuto pagare impugnando la lama, lo fece comunque. In quel momento, la maledizione di Gelidanima colpì inaspettatamente Muradin. Arthas, credendo morto il suo amico, partì con l'intento di affrontare Mal'Ganis.
Arthas non sapeva che il colpo subito da Muradin non l'aveva ucciso. Il nano rimase vittima di un'amnesia, venendo in seguito tratto in salvo da un gruppo di nani Figli del Gelo. Gli venne dato il nome di Yorg Cuortonante, come un leggendario guerriero dei Figli del Gelo, e diventò poi il re di quegli stessi nani.

Per vendicare Muradin, Magni fece forgiare una spada che si opponesse a Gelidanima, ad Arthas e ai non morti: la chiamò Brandicenere.
 

  • "Anch'io una volta ero un avventuriero, finché non mi sono buscato una scheggia di ghiaccio nella zucca." –Muradin

Attraverso una serie di missioni di World of Warcraft, i giocatori hanno potuto scoprire i segreti della vera identità di Yorg Cuortonante, e assistere al ricongiungimento di Muradin con i suoi fratelli Brann e Magni Barbabronzea.
Nel preludio a Cataclysm, Re Magni Barbabronzea credeva che una mistica tavoletta, creata dagli antichi titani, lo avrebbe reso "tutt'uno con la montagna", permettendogli di sanare le terre tormentate dai terremoti. Sfortunatamente "tutt'uno con la montagna" aveva un significato molto letterale, e quando Magni attivò la tavoletta, questa scagliò una terribile maledizione contro il nano, trasformandolo in una statua fusa nel cuore di diamante di Forgiardente.
Dopo questa tragedia, venne istituito il Concilio dei Tre Martelli, con lo scopo di riunire i clan dei nani e dar loro una rappresentanza a Forgiardente. Il clan Barbabronzea venne rappresentato da Muradin, il clan Granmartello da Falstad Granmartello e il clan Ferroscuro dalla figlia di Magni, Moira Thaurissan.

  • "Mio fratello maggiore Magni è il re dei nani. Mio fratello minore Brann è un noto esploratore. Sarebbe strano se non spaccassi qualche cranio qua e là, di tanto in tanto." –Muradinn

Brann Barbabronzea è il fratello di re Magni Barbabronzea e di Muradin Barbabronzea. Brann era uno dei fondatori della Lega degli Esploratori ed è considerato come uno dei più grandi esploratori, antropologi, archeologi e linguisti che abbiano mai messo piede su Azeroth.

  • "Si dice che i diamanti sono per sempre. Spero non sia così, per il bene di mio fratello." –Muradin

Il modello di Magni Barbabronzea per Muradin consente all'abilità "Avatar" [R] di avere un aspetto... diamantino!

  • "Sono il re dei Figli del Gelo! Da non confondere con i Grovigli di Pelo." –Muradin
  • "I Barbabronzea sono maestri in tre cose: fare la birra, combattere e intrecciare la barba." –Muradin

 

Dalla prima apparizione dei Barbabronzea in Warcraft III: Reign of Chaos, molti artisti di talento hanno illustrato questi coraggiosi nani. Di seguito trovate sei fantastiche opere d'arte create dai fan di tutto il mondo che ritraggono Muradin Barbabronzea e altri nani. 
 

"Muadin Bronzebeard" di SiaKim "Muradin Bronzebeard" di Paulo Henrique S.B. (Pulyx)

"Muradin Bronzebeard" di Jay Zhao (Michael Jay)

"Mountain King" di Diana Elefteridis (kalis) "Muradin" di DarkTod "Warcraft Fanart Sketches" di NikolaiOstertag "Muradin" di u369

"Muradin Bronzebeard - WoW" di JRettberg

I Barbabronzea e i loro fratelli nani hanno fatto la storia dell'universo di Warcraft, e la loro partecipazione a diversi e importanti eventi ha plasmato la storia passata e presente di Azeroth.

Per molti secoli, tre clan dei nani (i Barbabronzea, i Granmartello e i Ferroscuro) hanno vissuto uniti a Forgiardente, sotto la guida del Gran Sovrano Modimus Forgiamara. Quando Modimus mori di vecchiaia, la tensione tra i clan crebbe, scatenando una guerra per il controllo della città. Iniziò così la Guerra dei Tre Martelli, un conflitto selvaggio che imperversò per molti anni, alla fine dei quali il clan Barbabronzea trionfò, esiliando i clan rivali. La guerra minò le relazioni tra i clan, i quali continuarono la loro vita lontani da quelli che un tempo erano loro confratelli.

Quando gli Orchi dell'Orda invasero Azeroth, i nani di Forgiardente si offrirono di unirsi all'Alleanza. Guidati da re Magni Barbabronzea, gli impavidi abitanti della città divennero la spina dorsale delle forze dell'Alleanza, conquistando una vittoria dopo l'altra. Da quel momento, i nani di Forgiardente divennero parte insostituibile dell'Alleanza.

Se volete saperne di più su Muradin, Magni e altri nani, non perdete i seguenti contenuti correlati alla loro storia:

Se volete saperne di più su Muradin, Magni e altri nani, non perdete i seguenti contenuti correlati alla loro storia:

Muradin Barbabronzea:

Muradin alla sua prima comparsa in Warcraft III: Reign of Chaos Muradin come si presenta in in World of Warcraft

Magni Barbabronzea:

"Salve, Arthas. Ti ricordi di me? Abbiamo un conto in sospeso."

Speriamo che vi siate divertiti nella settimana di Muradin! Qual è la vostra storia preferita? Cos'altro vi piacerebbe vedere? Fatecelo sapere nello spazio per i commenti qui sotto!

Precedenti blog sull'eroe della settimana:

FoskyLi LiAlachiara(Pesce d'aprile'!) Pigiamathur - TyraelTychus

Carico i commenti…

Si è verificato un errore nel caricare i commenti.