Eroe della settimana: Anub'arak

"Le trame del destino formano solo una ragnatela di morte."

- Anub’arak, il Re Traditore

In qualità di potente sovrano nerubiano, Anub'arak osò opporsi all'invasione del Re dei Lich. Nonostante il suo coraggio, dovette capitolare di fronte al Flagello. Risorto come non morto, il Re Traditore è ora una possente arma di distruzione contro le forze dei vivi. Ma qui nel Nexus nessuno controlla il suo potere!

Il temibile Anub'arak proviene dall'universo di Warcraft, e in Heroes of the Storm riveste il ruolo di guerriero da mischia specializzato nell'iniziare gli scontri e forzare il combattimento. Questo potente nerubiano è l'alleato che tutti vorrebbero accanto nei tentativi di conquista del Nexus!

Per un'analisi più approfondita di questo eroe di Warcraft e delle sue abilità, date un'occhiata alla pagina dell'eroe Anub'arak!

  • "Carica Sotterranea" [E] può essere attivata una seconda volta per far emergere Anub'arak dal terreno. Usate questa tecnica per stordire gli ignari nemici.
  • "Ragnatela dell'Oblio" [R] è ottima per interrompere importanti abilità eroiche. Per esempio, provatela su Valla mentre usa "Assalto Dinamico" o su Illidan mentre usa "Caccia".
  • "Impalamento" [Q] è una mossa di stordimento dalla distanza. Usatela per impedire temporaneamente ai nemici di raccogliere un tributo in Anfratto Maledetto o per iniziare uno scontro di squadra.

"Consumerò i vivi e i morti!"

Il modello iniziale di Anub'arak in Heroes of the Storm è l'ideale per presentarsi all'appuntamento con la vendetta su Arthas e per sbaragliare chiunque vi si opponga nel Nexus!

La storia che conosciamo è stata reinterpretata nel nuovo modello alternativo di Anub'arak: questa versione tecnologica è stata creata per resistere ai terribili colpi di nemici come Diablo Kaiju!

  • Anub'arak Cyb'arak - Il mech da difesa Cyb'arak progettato dalla Frozen Throne Technologies si è rivelato fondamentale nella difesa del continente africano dall'attacco dei Kaiju.

Siete ansiosi di dimostrare la vostra abilità nell'usare Anub'arak? Una volta raggiunto il livello 10, potrete acquistare il modello definitivo di Anub'arak con l'oro di gioco e sedervi sul trono del re del Nexus!

  • Anub'arak Definitivo - Il carapace di un Signore dei Ragni può respingere lame, frecce e armi da assedio. Se lo si protegge con un'armatura, consente di essere inarrestabili.

"La mia potenza non ha pari!"

- Anub’arak, il Re Traditore

  • Anub'arak è comparso per la prima volta nel 2003 con l'uscita di Warcraft III: The Frozen Throne.
  • Anub'arak era il re dei nerubiani quando le sue forze si scontrarono contro quelle del Re dei Lich in quella che divenne la Guerra del Ragno. I nerubiani erano forti e scaltri, mentre le legioni dei servitori del Re dei Lich erano infinite.
  • Anub'arak cadde nella Guerra del Ragno e venne rianimato dal Re dei Lich perché guidasse l'attacco contro gli stessi nerubiani. Distrusse qualunque cosa si opponesse al volere del Re dei Lich e massacrò molti dei suoi simili. Anub'arak guidò i non morti alla conquista delle Ziggurat nerubiane per adempiere agli ordini del Re dei Lich. Per questo, i nerubiani ancora in vita iniziarono a chiamarlo il Re Traditore.
  • Quando Kel'Thuzad venne attirato a Naxxramas dal Re dei Lich, trovò ad attenderlo Anub'arak, che mostrò al negromante fin dove arrivavano i poteri del Re dei Lich.
  • Arthas ottenne il suo potere in qualità di campione del Re dei Lich. Dopo aver sconfitto la Legione Infuocata, quest'ultima inviò i propri agenti ad attaccare il Trono di Ghiaccio e Arthas venne chiamato a Nordania per difendere il suo padrone. Nel tentativo di respingere gli attacchi delle forze di Illidan, che contavano gli Elfi del Sangue e i Naga, Anub'arak giunse in aiuto di Arthas con i suoi nerubiani.
  • Quando le forze di Illidan sbarrarono la strada verso il Trono di Ghiaccio, Anub'arak guidò Arthas attraverso i pericolosi passaggi di Azjol-Nerub, affrontando i Nani sopravvissuti della spedizione di Muradin, i pochi nerubiani rimasti in vita e le loro letali trappole, e gli antichi esseri dimenticati che vivevano in quelle profondità.
  • Nonostante i pericoli, Anub'arak permise ad Arthas di arrivare alla Corona di Ghiaccio in tempo per sventare l'attacco di Illidan, consentendogli di ascendere al Trono di Ghiaccio e di unirsi al Re dei Lich.
  • Uno dei comandanti più leali di Anub'arak era Anub'rekhan, più tardi assoggettato al volere del Re dei Lich nell'Ala degli Aracnidi di Naxxramas.
  • Come il Re dei Lich, Anub'arak rimase in stato di quiete finché gli attacchi a Nordania non annunciarono l'ira del Re dei Lich. Quando Orda e Alleanza giunsero a Nordania, Anub'arak attendeva pazientemente ad Azjol-Nerub.
  • In World of Warcraft: Wrath of the Lich King, Anub'arak è il boss finale della spedizione da cinque giocatori nota come Azjol-Nerub.
  • I nerubiani rimasti in vita decretarono la morte di Anub'arak.
  • Più tardi, il Re dei Lich rianimò Anub'arak perché lo servisse nuovamente come suo campione. Venne inviato a piagare il Torneo d'Argento e quando il Re dei Lich interruppe l'Ordalia dei Crociati, scagliò i campioni nelle gelide profondità di Azjol-Nerub, una caverna nerubiana proprio sotto il Colosseo dei Crociati.
  • Anub'arak è il boss finale dell'Ordalia dei Crociati e dell'Ordalia dei Gran Crociati.

"Per il Trono di Ghiaccio!" –Anub’arak
"Ero il padrone qui, e i miei ordini venivano eseguiti senza discutere. Ero potente e non mi inchinavo davanti a nessuno. Ma le cose cambiano. Ora servo il re dei Lich e il mio compito è difenderlo." –Anub’arak

  • Anub'arak: "Sì, la razza dei nerubiani. Poi venne il padrone. La sua influenza si diffuse e noi lo affrontammo, credendo stupidamente di avere una possibilità. Molti di noi vennero uccisi e resuscitati. In vita ero un re, ora sono un Signore delle Cripte."
  • Kel'Thuzad: "In cambio dell'immortalità, hai accettato di servirlo," disse Kel'Thuzad divertito. "Ammirevole."
  • Anub'arak: "'Accettare' significa avere una scelta."

"Beato Anub'rekhan... sempre a giocare a carte..." –Anub’arak

"Non essere niubbo. Solo io posso farlo." –Anub’arak

"BUH! Paura, eh?" –Anub’arak

"Zombi? Insetti? Ora non dovrai scegliere cosa è peggio!" –Anub’arak

"Si vive solo due volte." –Anub’arak

"Non abbiamo abbandonato Azjol-Nerub! Abbiamo solo accettato una... compartecipazione." –Anub’arak

Dalla prima apparizione di Anub'arak in Warcraft III: The Frozen Throne, molti artisti di talento hanno illustrato lui e i suoi fratelli nerubiani. Di seguito trovate cinque fantastiche opere d'arte che ritraggono Anub'arak e altri feroci nerubiani inviateci dai nostri fan di tutto il mondo.

"Crusader’s Coliseum Anub’arak" di Patrik Hjelm (UnidColor) "Cairne and Anub’arak" di Diego Zúñiga Millán (Novanim)

"Crypt Lord" di ArtMagix

"Anub’arak Vendetta" di Richard Suwono (r-chie) "Anub’arak" di Ty Grenier (Tybertimus)

L'eredità di Anub'arak ha lasciato il segno nell'universo di Warcraft. Se non fosse stato costretto ad aiutare il Re dei Lich, la storia di Azeroth sarebbe potuta essere molto diversa.

Se volete saperne di più su Anub'arak, non perdete i seguenti contenuti correlati alla sua storia:

Date un'occhiata alle illustrazioni di Anub'arak, Anub'rekhan, Azjol-Nerub e altri nerubiani qui sotto:

Anub'arak come unità di gioco così come appare in Warcraft III: The Frozen Throne. Anub'arak come unità di gioco così come appare nella spedizione da cinque giocatori Azjol-Nerub in Warcraft: Wrath of the Lich King.

Anub'arak come unità di gioco così come appare in Warcraft: Wrath of the Lich King.

Anub'arak come unità di gioco così come appare nell'Ordalia dei Crociati in Warcraft: Wrath of the Lich King.

"Anub'aracnofobia. No, davvero, esiste."

Speriamo che vi siate divertiti nella settimana dello spaventoso Anub'arak! Qual è la vostra storia preferita? Cos'altro vi piacerebbe sapere su questo reale nerubiano? Fatecelo sapere nello spazio per i commenti qui sotto!

Precedenti blog sull'eroe della settimana:

Chen Kerrigan Tritacarne Rehgar

Zagara Muradin Fosky Li Li

Alachiara Pigiamathur Tyrael Tychus

Carico i commenti…

Si è verificato un errore nel caricare i commenti.