Il grande errore di Activision Blizzard

Discussione Generale
Prec 1 6 7 8
14/03/2019 17:20Pubblicato da Edriel
Il 18 marzo partirà la GDC, vedremo se diranno qualcosa lì.

Hanno annunciato diablo 4?
Non hanno annunciato assolutamente nulla.
Hanno solamente fatto alcuni interventi su vari argomenti sulla progettazione di videogiochi.
Non hanno annunciato assolutamente nulla...

E' per questo che te l'ho chiesto il 1° aprile. ;p
02/04/2019 01:39Pubblicato da TangaNika
E' per questo che te l'ho chiesto il 1° aprile. ;p

Sì, peccato non fosse uno scherzo quello che ho scritto...
Ma quindi quest'anno quale è stato il pesce d'aprile di Blizzard? Non sono riuscito a trovare nulla.
... Per chi ha seguito gli eventi, il Pesce d'Aprile in realtà lo hanno fatto...
...anticipato...

ma lo hanno fatto...

eh eh eh

;-)
Sono passati 188 giorni (o 26,85 settimane oppure 6,18 mesi)

Diablo Immortal Cinematic Trailer
https://www.youtube.com/watch?v=RtSmAwpVHsA5.572.122 visualizzazioni UP 29.022 (3,76%) DOWN 741.821(96,24%)
92.440 commenti

Diablo Immortal Gameplay Trailer
https://www.youtube.com/watch?v=Ab2-WW1skOM3.312.863 visualizzazioni UP 23.258 (6,87%) DOWN 315.509(93,13%)
31.482 commenti

Il post sul forum americano è seguito giornalmente e commentato:
https://us.battle.net/forums/en/d3/topic/20769689106?page=262
5228 post in 262 pagine

l'ultimo messaggio in merito da una fonte ufficiale è del 11/29/2018 09:01 AM
We continue to read feedback and our internal discussions are ongoing. We have many plans for Diablo across multiple projects which we’ll be revealing over the course of the coming year. We are eager to share more about all of our projects, but some will have to wait as we prefer to show you, rather than tell you, about them. It's going to take some time as we strive to meet your expectations, but now, more than ever, we are committed to delivering Diablo experiences the community can be proud of.

- The Diablo Teams -


Tramite un comunicato ufficiale, Blizzard Entertainment ha annunciato che NON prenderà parte alla prossima edizione della GamesCom che si svolgerà dal 21 al 24 agosto in Germania, a Colonia.
Come parte del nostro piano annuale per mantenere il focus sullo sviluppo, sia per i giochi già pubblicati che per i prossimi progetti, non avremo un nostro booth alla GamesCom 2019. Lo show è importante per la community eropea e mondiale, e non avremo l'occasione di incontrare i giocatori a Colonia quest'anno. Sarete ancora in grado di trovare il nostro merchandising nell'area shop della GamesCom, e non vediamo l'ora di tornare sul palco dell'evento il prossimo anno. Siamo inoltre ansiosi di condividere nuovi dettagli riguardo ai progetti su cui stiamo attualmente lavorando quando sarà giunto il momento più adatto


La conferma per la BlizzCon 2019 è arrivata
https://blizzcon.com/it-it/news/22955736
...cut...

La conferma per la BlizzCon 2019 è arrivata
https://blizzcon.com/it-it/news/22955736

A parte il fatto che probabilmente sarà tutto incentrato sul 25° anniversario di Warcraft, e che probabilmente non ci sarà nulla su diablo(ma ovviamente è ancora tutto da vedere),ma questo mi ha lasciato davvero senza parole:
https://www.youtube.com/watch?v=E7YGrenehmQ
Ho sentito anch'io delle critiche riguardo la nuova app, ma sono incappato per caso in questa discussione su reddit:
https://www.reddit.com/r/Diablo/comments/bkyv7t/misinformation_and_the_latest_blizzcon_controversy/

Ci sono forse un paio di errori e l'autore stesso afferma di non essere un esperto, ma sono d'accordo sulla sua idea generale che queste siano accuse gravi e debbano essere supportate da prove inconfutabili.

È una storia molto simile a quella successa con quell'altro negozio Epico, che è risultato essere sì mediocre, ma non un programma spyware come si era pensato all'inizio. In quel caso pare che l'unica dubbia che abbiano fatto fosse prendere senza permesso alcuni dati creati dal concorrente Vaporoso e posso capire come quest'ultimo non sia stato affatto contento.
Tutta questa storia di "essere spiati" con queste applicazioni, quando col cellulare sei spiato 24/24 7/7 ed hanno pure le tue impronte digitali.
Senza contare i (a)social network.

A volte mi stupisco del (de)genere umano. Veramente.

/facepalm

P.S. Ormai tutto ruota sulla raccolta di informazioni e, sebbene si parli di privacy, siamo sempre "controllati".
Basta semplicemente guardare quando si cerca qualcosa su google e poi escono banner pubblicitari su altri siti relativi a quel qualcosa che abbiamo cercato.
Quello che mi lascia perplesso è che ci si arrabbi per queste "sciocchezze" quando non si ha o non si vuole capire il quadro generale della situazione.
Bisognerebbe arrabbiarsi per il fatto di essere spiati in continuazione su tutto e non solo su questo.
Gli spyware nel gaming sono solo una conseguenza.
10/05/2019 10:59Pubblicato da Edriel
Bisognerebbe arrabbiarsi per il fatto di essere spiati in continuazione su tutto e non solo su questo.

Spesso ho sentito affermare:
Ma se siete onesti, che problema avete ad essere controllati/spiati?
Il problema non è se noi siamo onesti, il problema è l'onestà di chi ci controlla.
E questo vale ovunque: internet, banche, assicurazioni ecc.
E' un tema molto importante nella nostra vita e andrebbe discusso molto più spesso, anche se questo forum non è proprio il posto giusto.
In un mondo dove sanno tutto di noi, soprattutto quello che pensiamo, essere "fuori dal coro" (coro intonato da loro ovviamente), è sempre più difficile e "pericoloso"... pericoloso per loro.
Chi non ha una smartphone è sicuramente fuori dal coro.
Chi non ha uno smartphone o non vuole divulgare i proprio dati non può andare al prossimo blizzcon.
Loro hanno intonato il coro: se non sei uno di noi o se non ci dai quello che vogliamo non puoi partecipare.
Fate molta attenzione, perché questi sono i primi passi di una nuova era, quella della discriminazione attraverso la tecnologia.

Non smettete mai di protestare;
non smettete mai di dissentire,
di porvi domande, di mettere in discussione l’autorità,
i luoghi comuni, i dogmi.
Non esiste la verità assoluta.
Non smettete di pensare.
Siate voci fuori dal coro.
Siate il peso che inclina il piano.
Siate sempre in disaccordo perché il dissenso è un’arma.
Siate sempre informati e non chiudetevi alla conoscenza,
perché anche il sapere è un’arma.
Forse non cambierete il mondo,
ma avrete contribuito a inclinare il piano nella vostra direzione
e avrete reso la vostra vita degna di essere raccontata.
Un uomo che non dissente è un seme che non crescerà mai.

(Bertrand Russell)
Concordo pienamente sul fatto di non sottostare ai "poteri forti" e protestare, un discorso molto più ampio che andrebbe approfondito, ma sicuramente non qui, come hai detto anche tu.

Detto questo, per rimanere in tema:

10/05/2019 14:40Pubblicato da Alfirin
Chi non ha una smartphone è sicuramente fuori dal coro.
Chi non ha uno smartphone o non vuole divulgare i proprio dati non può andare al prossimo blizzcon.

Mi pare sia in linea con il loro nuovo target.
"Don't you guys have phones?"
10/05/2019 14:40Pubblicato da Alfirin
Chi non ha una smartphone è sicuramente fuori dal coro.
Chi non ha uno smartphone o non vuole divulgare i proprio dati non può andare al prossimo blizzcon.
Mi pare abbastanza chiaro dopo l'ultimo blizzcon in cui hanno fatto una figuraccia, vieni "schedato" come il peggio degli ultras da stadio, in quanto non vogliono più avere simili personaggi, ma anche questo "controllo" può essere arginato con una "falsa" scheda telefonica....qualsiasi "personaggio malintenzionato" può arginare la cosa.
Indubbiamente il contraccolpo che ne è conseguito (al blizzcon)è stato davvero pesante.

In questo mondo del mercato globalizzato, a quanto pare, valgono molto di più i tuoi dati personali che non il fatto che tu compri o no, il giochino di turno.
Selezionare il papabile acquirente è sempre più simbolo di come si muove oggi il commercio, basta vedere quanto siano invasivi i televisori interattivi di ultima generazione, dove la pubblicità è introdotta in qualsiasi contenuto tu stia vedendo, lo stesso vale per i siti internet, se non usi un sistema di blocco, sei invaso da decine di banner pubblicitari, tanto da rendere illeggibile ciò che realmente volevi vedere.
E' un segno dei tempi che cambiamo, in base a ciò che l'uomo crea...dove sta la novità?

In ogni caso, se uno è appassionato al mondo Blizzard, poco gli frega di ciò,
se non lo è, probabilmente lo smartphone lo userà per altro o manco l'avrà.
In ogni caso, se uno è appassionato al mondo Blizzard, poco gli frega di ciò,
se non lo è, probabilmente lo smartphone lo userà per altro o manco l'avrà.


Beh in realtà una cosa non esclude l'altra.
Posso non avere lo smartphone ed essere appassionato del mondo Blizzard come posso esserlo (appassionato) e non avere molta voglia di lasciare tutti i miei dati, visto che ormai nessuno può più garantire la reale fine che facciano.

E' da tempo che affermo che la tecnologia ci sta peggiorando la vita, dove essa permette alla sete di profitto (pubblicità+) di "invadere" ogni nostro spazio ed ogni minuto del nostro tempo.
La dove monitora ogni nostro passo, pensiero ed azione.

Certo, uso quella stessa tecnologia per giocare a Diablo, ma in fondo è un dare e avere (pago e in cambio ho un PC/consolle e un videogioco e finisce li).
La differenza è che sempre di più, per poter usare questa tecnologia, siamo costretti alle "loro regole": pubblicità obbligatoria, inserimento dati obbligatori sempre più sensibili ecc.
E' una strada che può condurre solo ad una direzione: la separazione netta tra chi farà uso di questa tecnologia (sempre + schiavizzato dalle regole e dal sistema) e chi ne farà totalmente a meno per vari motivi: scelta o incapacità di utilizzarle.

Non ho nemmeno mai pensato di andare al Blizzcon, ma se lo avessi voluto fare non potrei a questo punto, nonostante sia appassionato da 20+ anni del mondo Blizzard, proprio perché non amo certe imposizioni.
...

Non ho nemmeno mai pensato di andare al Blizzcon, ma se lo avessi voluto fare non potrei a questo punto, nonostante sia appassionato da 20+ anni del mondo Blizzard, proprio perché non amo certe imposizioni.


Hai centrato il punto.
Il forte dissenso avuto dopo il Blizzcon, ha costretto Blizzard a porre rimedi per arginare il fenomeno.
Questo però, a mio avviso, è stato gestito malissimo da una pessima "public relation" come si è visto anche in questa faccenda "app//spyware".
La trasparenza dovrebbe essere il tuo valore primario come etica verso il tuo cliente, ma se agisci solo per "costringere/imporre" ciò che non ti è stato richiesto solo per la tua "bella faccia" e/o profitto, il pensiero di Russell che hai citato , casca a pennello.
Hanno perfino tolto la possibilità di mettere commenti sulla vendita dei biglietti del prossimo Blizzcon, cosa che si è sempre potuto fare negli scorsi anni, ovvio che vogliono evitare un'altra valanga di commenti negativi, che non riguarda i costi (sempre alti a mio avviso...si parte da 229 $ + tasse), ma proprio la comunicazione diretta con il pubblico, che è diventato sempre più il loro punto debole.
12/05/2019 15:02Pubblicato da TangaNika
ma proprio la comunicazione diretta con il pubblico, che è diventato sempre più il loro punto debole.

Pensare che era il loro punto forte... la sensazione di sentirsi a casa, tra amici anche in una manifestazione gigantesca.

leggendo per l'ennesima volta le Patch note 2.6.5 ho indugiato ancora una volta in una frase che mi lascia ancora perplesso:
Commenti degli sviluppatori: Con la patch 2.6.5, puntiamo a risolvere alcune tra le modifiche generali più richieste dalla community.
https://eu.diablo3.com/it/blog/22989462/la-patch-265-%C3%A8-live-14-05-2019

Davvero sono queste le modifiche generali più richieste dalla community?
Ma provare a introdurre oggetti nuovi con effetti nuovi nel PTR per un paio di mesi e raccogliere i dati?
Ma prendere 3 idee a caso di quelle proposte negli ultimi 7 anni e provare a realizzarla?
Ma abilitare le arene e lasciare che la gente si massacri di botte (magari con l'opzione il mio equip. e equip uguale per tutti, così si vede chi è bravo non solo sui numeri ma anche di destrezza)?
Ma?
?
15/05/2019 10:34Pubblicato da LordSoth
Davvero sono queste le modifiche generali più richieste dalla community?
Ma provare a introdurre oggetti nuovi con effetti nuovi nel PTR per un paio di mesi e raccogliere i dati?
Ma prendere 3 idee a caso di quelle proposte negli ultimi 7 anni e provare a realizzarla?
Ma abilitare le arene e lasciare che la gente si massacri di botte (magari con l'opzione il mio equip. e equip uguale per tutti

Si dai ... troppo avanti LordSoth.
10/05/2019 10:59Pubblicato da Edriel
Tutta questa storia di "essere spiati" con queste applicazioni, quando col cellulare sei spiato 24/24 7/7 ed hanno pure le tue impronte digitali.
Senza contare i (a)social network.

A volte mi stupisco del (de)genere umano. Veramente.

/facepalm

P.S. Ormai tutto ruota sulla raccolta di informazioni e, sebbene si parli di privacy, siamo sempre "controllati".
Basta semplicemente guardare quando si cerca qualcosa su google e poi escono banner pubblicitari su altri siti relativi a quel qualcosa che abbiamo cercato.
Quello che mi lascia perplesso è che ci si arrabbi per queste "sciocchezze" quando non si ha o non si vuole capire il quadro generale della situazione.
Bisognerebbe arrabbiarsi per il fatto di essere spiati in continuazione su tutto e non solo su questo.
Gli spyware nel gaming sono solo una conseguenza.

il problema della privacy non è farci spiare si / farci spiare no.
la situazione non si deve ridurre ad una frase benaltrista "tanto sei spiato nei social network".
(piccola premessa il mio intervento non riguarda blizzard)
ho dato i miei dati a google per usare i suoi servizi, ma anche perchè mi da garanzie (al contrario di facebook che i miei dati li rivende). difficilmente darò i miei dati ad un'azienda di videogame per giocare gratis ad un giochino mobile.

Unisciti alla conversazione

Torna al forum